top of page

Vittoria contro la SMIT per la C Unica



 

Serie C Unica - Fase Salvezza - Basket Roma 70 - Smit 67


Parziali: 26-12, 11-23, 26-19, 7-13


Basket Roma: Paganucci 3, Tiburzi 8, Cardinali, Gatti, Liberati 6, Fantauzzi, Antonelli 14, Branchi 11, Proietti, Cenciarelli, Piattoni 2, Aprile 26. All. Maresca, ass. Papa, Gallerini, prep. fisico Razzino, dir. Aprile, Moscovini


Smit: Bonarrigo 7, Gaska 22, Schlesinger, Spiti 5, Filippo, Santoro, De Franceschi 8, Spinosa, Carboni 4, Antolini 17, Ghiurghi 4. All. Libutti, ass. Corrado, prep. fisico Lettieri, dir. Fiorelli


Il Basket Roma torna alla vittoria nel turno interno contro la Smit, ma con una prestazione appena sufficiente. Di fronte ad una squadra che in stagione ha vinto una sola partita, il gruppo di coach Maresca prende subito in mano le redini dell’incontro, e con un parziale di 15-0 (quattro triple di Antonelli e un gioco da tre punti di Aprile) crea il primo vantaggio importante del match. La Smit rientra parzialmente in gara con un parziale di 10-2 che la riporta sotto la doppia cifra di svantaggio, ma il fallo antisportivo di Spiti sull’ultimo possesso del Basket Roma manda in lunetta Paganucci che realizza entrambi i liberi, e sulla rimessa la tripla di Liberati a fil di sirena fissa il punteggio del primo quarto sul 26-12. Sembra il preludio di una tranquilla navigazione verso una facile vittoria, ma i ragazzi di coach Libutti hanno altre idee, e approfittando della prolungata siccità dell’attacco del Basket Roma nei primi cinque minuti del secondo quarto piazzano un parziale di 18-2, con Gaska infallibile dall’arco, e ribaltano il punteggio, trasformando la gara in una contesa punto a punto. Il Basket Roma si sveglia finalmente dal suo torpore con Branchi e Antonelli, ma all’intervallo il vantaggio si è ridotto a due miseri punticini. Il copione della gara non cambia nel terzo quarto, con la Smit che appoggia il gioco sul tiro da fuori di Gaska e Antolini, mentre il Basket Roma muove il tabellino con Tiburzi e soprattutto con le giocate uno contro uno di un incontenibile Aprile: per lui 12 punti nel quarto, 26 a fine gara. A quattro minuti dall’ultimo riposo la partita è ancora in bilico sul 53-52 per il Basket Roma, ma la tripla di Branchi innesca il break che decide l’incontro: 10-2 e tre possessi pieni di vantaggio per il Basket Roma (63-54) quando si entra nella frazione finale. La tripla di Antolini dopo trenta secondi mostra che gli ospiti non sono ancora pronti per la doccia, ma è ancora Aprile dall’arco a ristabilire i nove punti di vantaggio per il Basket Roma. La Smit risponde con un parziale di 5-0, riavvicinandosi a -4, ma ancora Aprile da sotto porta il punteggio sul 70-64 a cinque minuti e mezzo dalla sirena. Cinque minuti e mezzo in cui non si segna praticamente più: la Smit non trova più il tiro pesante che l’aveva tenuta in partita per trentacinque minuti e non ha un piano B per mettere punti a referto, mentre il Basket Roma migliora finalmente il proprio rendimento difensivo, ma non ha ritmo in attacco, affretta le giocate e non fa circolare bene la palla. Il canestro di Antolini a 60 secondi dalla fine porta la Smit ad un solo possesso di distanza, sul possesso successivo il Basket Roma commette infrazione di 24 secondi e la Smit ha così la palla per andare all’overtime, ma il tiro di Gaska danza sul ferre ed esce. Mancano ancora trenta secondi con la palla in mano al Basket Roma, ma la Smit ne fa trascorrere ben 22 prima di decidersi a fermare il cronometro con un fallo. Sulla rimessa a otto secondi dalla sirena Antonelli tira anziché tenere palla, ma per fortuna sua e del Basket Roma Branchi conquista il rimbalzo che certifica la vittoria. Finisce 70-67, bene per coach Maresca i due punti, sul resto ci sarà tanto da lavorare.



143 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


  SPONSOR  

Logo Athletes Amaranto.png
fordstar png.png
MANFORTE.png
Loft.png
309073879_577894347460120_936421952051316783_n.jpg
bottom of page