top of page

Troppa Broni, la Serie A2 cade fuori casa


 

A2 Femminile - Girone A - Logiman Broni 84 - Basket Roma 52


Parziali: 24-12, 15-10, 23-14, 22-16


Logiman Broni: Corti 5, Carbonella 3, Moroni 12, Molnar 6, Ianezic 6, Policari 18, De Pasquale, Grassia 8, Bonvecchio 2, Labanca 4, Coser 16, Ferrazzi 4. All. Magagnoli, ass. Andreoli, Turicci, dir. Maggi, Comaschi, Grassi, medico D’Introno


Basket Roma: Leghissa 5, Perone 5, Lucantoni 7, Cedolini 2, Fantini 11, Benini, Preziosi 8, Aghilarre 7, Cenci 3, Manocchio 4. All. Bongiorno, ass. Canini, prep. fisica Tonni, dir. Curiale


Arbitri: Marino Caldarola e Cosimo Schena


La Logiman Broni onora il pronostico battendo senza troppe difficoltà un Basket Roma che si è dimostrato ancora non pienamente calato nel clima di un campionato senior di alto livello quale l’A2. Sin dalle prime battute del match Lucantoni e compagne appaiono troppo timorose in attacco, e in difesa subiscono costantemente l’iniziativa delle ragazze di coach Magagnoli, nettamente più focalizzate e pronte ad aggredire la gara, molto diligenti e sicure nell’eseguire i giochi d’attacco, e premiate anche dalla grande precisione al tiro pesante di Policari, Coser e Moroni. La logica conseguenza è il 24-12 che chiude il primo quarto. Nella seconda frazione coach Bongiorno cerca nella sua panchina energie per rianimare una squadra che appare in difficoltà mentale, ed ottiene buone risposte soprattutto da Preziosi, Perone e Leghissa; l’intensità difensiva migliora e l’attacco di Broni non è più così fluido come nel primo quarto, ma i troppi errori in attacco di Roma anche su conclusioni al ferro impediscono alle capitoline di restringere il gap, che all’intervallo è salito a 17 punti. Al rientro dagli spogliatoi coach Bongiorno prova ad abbassare il quintetto e ad alternare difesa a uomo e a zona, ma l’attacco di Broni riprende sicurezza e piazza il break decisivo con tre triple di Coser e una di Policari, spingendo il vantaggio a ridosso dei trenta punti. A risultato ormai acquisito, nell’ultimo quarto coach Magagnoli può così dare minuti alle atlete meno utilizzate, come Corti, Ferrazzi e Carbonella, che mostrano comunque grande rabbia agonistica e voglia di essere protagoniste, e fanno salire ancora il vantaggio della squadra di casa sino al +32 finale. Le ragazze del Basket Roma sono attese adesso dalla sfida interna contro Moncalieri e dalla trasferta a Costa Masnaga, nelle quali dovranno mostrare un altro atteggiamento rispetto a quello mostrato al Palaverde di Broni e recuperare le certezze tecniche e la fiducia nelle proprie qualità che sembrano aver smarrito.


268 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comments


  SPONSOR  

Logo Athletes Amaranto.png
fordstar png.png
MANFORTE.png
Loft.png
309073879_577894347460120_936421952051316783_n.jpg
bottom of page