top of page

Sconfitta interna contro l'Alfa Omega per la C Unica


 

Serie C unica - girone A - Basket Roma 71 - Alfa Omega 77


Parziali: 19-21, 19-22, 16-16, 17-18


Basket Roma: Ferrari 6, Paganucci 8, Cardinali 4, Gatti, Liberati 17, Fantauzzi, Antonelli 7, Branchi 2, Cenciarelli, Piattoni, Aprile 16, Di Salvo 11. All. Maresca, ass. Gallerini, prep. fis. Razzino. Dir. Aprile, Moscovini


Alfa Omega: Manzo 15, Di Pasquale 17, Cefariello 1, Pappalardo 33, Di Pietro 3, Tomassoni, Moscetti, Vitale 8, Cardi, Pinfildi. All. Sementilli, ass. Mollicone, dir. Cefariello


L’esperienza conta. L’abitudine a giocare queste gare, la capacità di leggere i momenti decisivi delle partite, soprattutto se giochi fuori casa contro una squadra in fiducia, sono i fattori che oggi al Palarinaldi hanno fatto la differenza a favore dell’Alfa Omega condannando il Basket Roma alla prima sconfitta stagionale. Sin dall’inizio il gruppo di coach Sementilli mostra di avere le idee chiare e la mira giusta, con le due triple a testa di Di Pasquale e Pappalardo e la grande vivacità di Manzo: arriva così il primo piccolo solco a favore dei lidensi, che però è subito colmato dai canestri di Paganucci, Aprile e Cardinali. Nuovo allungo dell’Alfa Omega, e nuova risposta della squadra di casa con Liberati e Antonelli. Gli ospiti provano l’allungo nel secondo quarto e arrivano sino al +13 (22-35) spinti da un incontenibile Pappalardo, ma i ragazzi di coach Maresca sono bravi a non disunirsi e, canestro dopo canestro, grazie al buon impatto di Di Salvo e Liberati, riescono a contenere i danni e ad andare all’intervallo sul -5 (38-43). Il buon momento prosegue all’inizio del terzo quarto, nel quale un parziale di 8-0 porta il Basket Roma in vantaggio di un possesso pieno. La squadra di casa non riesce però a mordere la giugulare degli avversari sbagliando cinque tiri liberi, e così nel finale di quarto l’Alfa Omega si riprende l’inerzia della gara con un parziale di 16-8 che gli vale due possessi di vantaggio all’ultimo riposo. I canestri di Paganucci e Antonelli riportano a contatto il Basket Roma in apertura dell’ultima frazione, e il pareggio a 63 arriva con la terza tripla di giornata di Di Salvo. La squadra di casa sembra sul punto di rompere l’equilibrio, ma è qui che viene fuori l’esperienza di Pappalardo e compagni, che non trovando più la via del canestro su azione riescono comunque a mettere punti in cascina andandosi a prendere falli e tiri liberi con penetrazioni al ferro e con i rimbalzi d’attacco di Vitale. Sette dei 14 punti con i quali l’Alfa confeziona il break che decide l’incontro vengono dalla lunetta, contro zero tiri liberi in tutto il quarto quarto per il Basket Roma, che chiude la gara segnando più canestri dal campo dell’Alfa ma con 10 tiri liberi segnati su 16 tentati, contro i 26 segnati su 38 degli avversari: è questo il numero che ha fatto la differenza e consegnato il referto rosa all’Alfa Omega.




258 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

Comentários


  SPONSOR  

Logo Athletes Amaranto.png
fordstar png.png
MANFORTE.png
Loft.png
309073879_577894347460120_936421952051316783_n.jpg
bottom of page