top of page

Il derby di Serie A2 è nostro


 

A2 Femminile - Girone A - Stella Azzurra 46 - Basket Roma 49


Parziali: 10-14, 17-5, 9-18, 10-12


Stella Azzurra: Brzonova 17, Salvioni, Comandini, Frigo, Ndiaye, Zangara 4, Pelka, Schena 7, Garofalo 12, Sasso 6. All. Chimenti, ass. Sanchez, dir. Grani, Fazzari


Basket Roma: Leghissa, Perone, Lucantoni 11, Fantini 20, Belluzzo, Benini 4, Preziosi 9, Aghilarre 2, Cenci, Manocchio 3. All. Bongiorno, ass. Canini, Curiale, prep. fisica Tonni, dir. Curiale


Arbitri: Cosimo Schena, Marino Caldarola


Va al Basket Roma il derby della capitale dopo quaranta minuti ad altissima tensione; la Stella butta sul parquet tutto ciò che ha, ma nel finale sono i liberi di Lucantoni a fare la differenza tra le due squadre. Grande atmosfera all’Arena Altero Felici per uno scontro fondamentale in chiave salvezza ma anche per la supremazia cittadina tra due squadre che negli ultimi anni hanno scritto pagine importanti del basket femminile laziale e non solo. Coach Chimenti schiera una difesa triangolo e due cercando di limitare Aghilarre e Lucantoni, ma è Fantini a rappresentare il problema maggiore per le ragazze di coach Chimenti: i suoi dieci punti con tre falli subiti nel solo primo quarto spingono Roma al primo vantaggio. Sull’altro lato del campo è positivo l’approccio di Schena: suoi sei dei dieci punti complessivi della sua squadra. Il canestro di Sasso porta a +2 la Stella a meno di due minuti dal primo riposo, ma nei cento secondi successivi il 6-0 del Basket Roma, chiuso da una tripla di Preziosi, mette quattro punti di distanza tra le due squadre al primo intervallo. La Stella parte a razzo nel secondo quarto con sette punti consecutivi di Brzonova che invertono l’inerzia del match, mentre il Basket Roma si avvita su se stesso, accumulando tiri sul ferro e palle perse, e rimane per sette lunghissimi minuti a secco prima dei due liberi di Fantini e della tripla di Manocchio che rappresentano l’intero fatturato di tutto il secondo quarto per le ragazze di coach Bongiorno. Due conclusioni da sotto di Brzonova e Sasso nel finale di quarto portano le padrone di casa all’intervallo con il massimo vantaggio: 27-19.

È un altro Basket Roma però quello che esce dallo spogliatoio. Pronti, via, 5-0 con canestro di Lucantoni e gioco da tre punti di Preziosi, e partita riaperta. La Stella risponde con Brzonova e soprattutto con un’ottima Garofalo, ma il Basket Roma riesce finalmente a mettere in partita Benini e Aghilarre, sino a quel momento ferme a zero punti. Il pareggio arriva a quota 34 con Fantini, quindi il sorpasso con il libero di Preziosi. Garofalo riporta avanti la Stella, ma l’ultima parola è ancora di Fantini che manda le due squadre all’ultima pausa con il Basket Roma avanti per 36-37.

L’incursione di Zangara a inizio dell’ultimo quarto riporta avanti la Stella, ma Lucantoni pareggia facendo 1/2 ai liberi. Garofalo dall’arco porta la Stella a +3, ma subito Fantini, inarrestabile nel pitturato, accorcia sul 41-40 prima di uscire per falli. Passano tre minuti senza canestri, prima che l’incursione di Preziosi riporti nuovamente in vantaggio il Basket Roma. Gli ultimi minuti sono un concentrato di agonismo ed emozioni: pareggia Schena con un libero, ma Lucantoni imbeccata da Aghilarre riporta Roma a +2. Una glaciale Brzonova è perfetta dalla lunetta e siamo ancora pari sul 44-44. Mancano due minuti e, dopo una conclusione sbagliata per parte, Frigo commette fallo su Lucantoni a 65 secondi dalla sirena: 2/2 dalla linea della carità e 44-46 per il Basket Roma. Infrazione di passi da una parte, palla persa dall’altra. Mancano 19 secondi alla fine e, dopo il timeout, il Basket Roma rimette per Lucantoni che riesce a far trascorrere otto secondi prima di subire fallo e convertire i due tiri liberi: +4. C’è ancora tempo però, quanto Basta a Brzonova a catapultarsi in attacco e segnare dalla media il canestro del -2. Nuova rimessa per Lucantoni, e nuovo fallo sulla capitana di Roma, che fa 1/2 e fissa il risultato definitivo sul 46-49. Vittoria di importanza capitale per il Basket Roma, che in una giornata nella quale le tiratrici hanno sparato a salve (2/24 dall’arco) vince la gara grazie alla reazione di orgoglio nel terzo quarto ed alla freddezza dalla lunetta nel finale. La Stella ha poco da rimproverarsi: le splendide prove di Garofalo e Brzonova l’hanno tenuta in gara sino all’ultimo secondo, e rimane la piccola soddisfazione di aver difeso il vantaggio negli scontri diretti. Prossimo turno in casa contro Carugate per il Basket Roma, sul campo di Venaria Reale contro Torino per la Stella.



399 visualizzazioni

Post recenti

Mostra tutti

  SPONSOR  

Logo Athletes Amaranto.png
fordstar png.png
MANFORTE.png
Loft.png
309073879_577894347460120_936421952051316783_n.jpg
bottom of page